LE 6 REGOLE PER AIUTARE A PREVENIRE L’INFLUENZA

LE 6 REGOLE PER AIUTARE A PREVENIRE L’INFLUENZA

Per prevenire il contagio influenzale è bene seguire alcune semplici, ma importanti regole. A prima vista possono sembrare banali, ma molto spesso, basta un po’ di accortezza per evitare di essere contagiati dal virus o per evitare che si diffonda troppo nell’ambiente circostante:  

#previenila - LA 1a REGOLA: - Lavarsi le mani

    1. Detergere le mani spesso e accuratamente con acqua e saponeQual è il modo migliore per lavarsi le mani? Usare acqua corrente e sapone. Strofinare bene le mani per almeno un minuto1, senza dimenticarsi dello spazio sotto le unghie.
      #previenila - LA 2a REGOLA: - Evitare i luoghi affollati
    2. Evitare i luoghi affollati quando i casi di malattia sono molto numerosi
      Questo non vuol dire rinunciare alla propria vita sociale, ma almeno nei periodi di massima diffusione del virus, sarebbe bene evitare i luoghi affollati, soprattutto se chiusi
      #previenila - LA 3a REGOLA: - Attenzione ai contatti con occhi, naso e bocca
    3. Attenzione al contatto con occhi, naso e bocca, facili vie di entrata dei virus.
      Per virus e batteri ci sono delle porte di accesso preferenziale al nostro organismo rappresentate da occhi, naso e bocca. Per questo è importante evitare il più possibile (in generale, ma soprattutto nel periodo di diffusione dell’influenza) di toccare queste vie d’accesso con le mani2.
      #previenila - LA 4a REGOLA: - Riparare la bocca e il naso
    4. Riparare la bocca e il naso quando si tossisce o si starnutisce.
      L’aria e il muco espulsi con uno starnuto viaggiano a circa di 160 km/h3 e possono arrivare fino a 8 metri di distanza. Starnutire è un riflesso normale, così come tossire: si tratta di due mezzi utilizzati dal nostro organismo per espellere gli agenti patogeni, l’importante è adottare alcune precauzioni per arginare il più possibile il rischio di contagio.
      #previenila - LA 5a REGOLA: - Favorire le difese dell'organismo
    5. Favorire le difese dell’organismo quando si manifestano i sintomi dell’influenza
      Normalmente un sistema immunitario efficiente ci difende dalle infezioni influenzali e parainfluenzali grazie principalmente agli anticorpi ed a particolari cellule “soldato”. Per favorire le difese dell’organismo, un’alimentazione corretta e bilanciata, particolarmente ricca di frutta e verdura fresche di stagione e opportuni integratori alimentari e farmaci a basso dosaggio, possono rappresentare un’ottima soluzione. In quest’ultimo caso ricordati di consultare il tuo medico o il tuo farmacista di fiducia che sapranno darti il consiglio migliore.
      #previenila - LA 6a REGOLA: - Chiedi consiglio al medico o al farmacista
      6. Conosci la sesta regola?
      Innalzare le difese immunitarie ed essere più intelligenti dei virus influenzali. Quando? In autunno, per un’opportuna protezione; nel caso si contraesse il virus, ai primi sintomi, per ridurne l’intensità.
      GUNA nei suoi laboratori all’avanguardia produce rimedi a bassi dosaggi che possono fare al caso tuo. Studi scientifici dimostrano che la particolare associazione di alcune sostanze utilizzate in omeopatia sono in grado di stimolare le naturali difese immunitarie in modo armonico, assecondando la fisiologica funzione del sistema immunitario. Per maggiori informazioni rivolgiti al tuo medico o al tuo farmacista di fiducia.

 

Contro l’influenza sono a oggi disposizione di tutti, moderni medicinali omeopatici ed integratori di ultima generazione in varie “forme”: granuli, globuli, gocce, spray nasali, bustine orosolubili monodose, ma anche compresse, fiale, supposte e sciroppi, tutti di facile somministrazione ed adatti a bambini ed adulti.
Essi rappresentano l’affidabile proposta GUNA per la prevenzione o quando influenza e raffreddore sono già in atto.

 

1  Fonte IPASVI (Federazione Nazionale Collegi Infermieri)
2  Fonte CDC (Center of Disease Control and Prevention)
3  Fonte Focus



facebooktwitterlinkedinmail